Lunedì 24 ottobre 2016, 20:30
Casalinga e/o professionista? Le ragioni di una scelta

Foto 1

Tre mamme a confronto:

Alessandra Zumthor
giornalista, direttrice del Giornale del Popolo, mamma di 2 figli

Susanna Genasci
pedagogista, mamma di 3 figli

Caroline Filippini
maestra di scuola media, mamma di 9 figli

Moderatrice: Flavia Baciocchi, giornalista RSI


Mercoledì 21 settembre 2016, 20:30
BASTA STUDIARE!
MARCELLO BRAMATI e LORENZO SANNA

 

MARCELLO BRAMATI
trentaquatrenne milanese, laureato in lettere e in storia, ora insegna in un liceo classico e scientifico (FAES), ma durante i primi dieci anni di insegnamento ha sperimentato tutti e tre gli ordini di scuola. È tutor di studenti e famiglie e dirigente scolastico. È sposato e padre di Tancredi.

LORENZO SANNA
trentotto anni, ha studiato a Milano e Bologna ed ora è dottore di ricerca in filologia greca e latina ed insegna latino e greco in un liceo classico e scientifico di Milano (FAES). Inoltre è tutor di studenti e famiglie e dirigente scolastico. È sposato e padre di quattro figli.

Insieme hanno scritto il libro Basta studiare! proponendo a studenti e genitori un metodo collaudato per uscire dall‘ansia di compiti ed insufficienze.

 

La presentazione del libro di Lorenzo Sanna e Marcello Bramati, Basta studiare!, è stata al centro della conferenza di mercoledì 21 settembre che si è tenuta presso il Centro Culturale Alzavola.

Forti della loro esperienza di docenti e tutor di studenti e famiglie, i due relatori hanno esposto al vasto pubblico l’efficacia di un metodo che non offre agli scolari soltanto l’opportunità di migliorare le proprie performances scolastiche, ma che punta alla formazione completa dell’individuo.

Basato sulla pianificazione settimanale del tempo, il metodo è una scommessa che si gioca all’interno del triangolo affettivo composto dalla famiglia, gli studenti e gli insegnanti. Richiede pertanto una partecipazione attiva tra le persone coinvolte e la condivisione di obiettivi comuni. I due docenti hanno voluto precisare che lo scopo del libro non è quello di suggerire una semplice ricetta per risolvere alcuni problemi legati all’adolescenza, ma di favorire la collaborazione tra genitori, figli e scuola, in un momento delicato della loro crescita, in cui il confine tra l’autonomia e l’indipendenza non è ancora così nettamente delimitato.

Più che una rassegna sistematica dell’opera, l’intervento di Lorenzo Sanna e Marcello Bramati ha offerto ai presenti, perlopiù genitori, l’opportunità di confrontarsi su concrete difficoltà, suggerendo strategie vincenti per fare sì che la scuola non sia un luogo avulso dalla realtà dei figli ma uno spazio della loro esistenza da armonizzare e integrare con tutte le attività extrascolastiche della giornata.